Tanto per chiarire / Just to make it clear


Tanto per chiarire / Just to make it clear

Più che un blog questo è un diario di appunti, dove spesso mi segno e rilancio articoli ed opinion interessanti trovate in giro per la rete.

Cerco sempre di citare e linkare correttamente la fonte originale. Se comunque trovaste roba vostra che volete che tolga o corregga, vi prego di segnalarmelo a Stef@cutillo.eu
This is a notebook -not really a blog- where I often relaunch interesting stuff I find roaming on the net.
I always try to link correctly the original sources. If anyway you find your stuff and want me to remove or correct it, please let me know at Stef@cutillo.eu


Questo blog, ovviamente, non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e con molta poca coerenza. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e seguenti.
This is just a silly legal note to state that this (SURPRISE! SURPRISE!)
is not a newspaper or a news publication whatsoever.

giovedì 7 luglio 2011

SpariRAI

Che tristezza!

Uno dopo l'altro i grossi nomi della RAI di servizio pubblico se ne vanno, cacciati da un management sempre più al servizio del privato che alla RAI fa concorrenza.
Il TG1, principale telegiornale del Paese, surclassato dal TG5 di Berlusconi: qualunque cosa pur di non farsi prendere in giro da Minzolini.

I programmi di approfondimento che facevano audience, tagliati. Restano quelli al guinzaglio, che nessuno considera credibili e sempre meno gente guarda: Vespa, Ferrara...

Tanto di guadagnato comunque per il padrone: se la RAI perde audience, la pubblicità si sposta su Mediaset. Ed infatti è quello che sta succedendo.

D'altronde, anche affondare la RAI in favore della TV privata faceva parte del Piano di Rinascita Democratica di Licio Gelli, di cui Berlusconi era un seguace.

Guarda se ora finiscono anche per ritentare il golpe dopo aver causato l'esasperazione della gente, tra cui molti forse addirittura applaudirebbero.

Quello che è certo è che se un golpe ci fosse, il TG1 non ne parlerebbe prima di aver ottenuto il permesso dal padrone... e probabilmente anche il testo del servizio!

X(



(Illustrazione di Filippo Ricca per il blog Rododentro. Spero non se ne abbia a male se lo cito)

2 commenti:

  1. Il link andrebbe aggiornato :)
    Se Macchianera é di Gianluca Neri, chi ha fatto l'illustrazione é uno degli autori di Macchianera (che é un blog collettivo): Fricca, ovvero Rododentro, ovvero Filippo Ricca.
    Ciao :)

    RispondiElimina
  2. Grazie mille! Correggo subito!

    RispondiElimina